Campagna “La pace è possibile”, parte seconda

Campagna “La pace è possibile”, parte seconda

Ben Eine incontra Prem Rawat

Dieci giorni dopo aver dipinto la frase di Prem Rawat “La pace è possibile” sui muri della Shoreditch House in Ebor Street, a Shoreditch, Londra, Eine ha invitato Prem a andare a vedere la sua opera completata. Nel corso dell’incontro, Eine ha colto l’opportunità di spiegare perchè abbia scelto di dipingere Peace is Possible “La pace è possibile” sul murale, il che ha portato entrambi a scambiarsi i rispettivi punti di vista sull’impatto di questa frase.

Prem Rawat incontra Ben Eine a Londra 2018

L’hashtag #PeaceIsPossible è ancora virale sui social media, ed il murale ad Ebor Street continua ad essere visitato e fotografato ogni giorno. Prem, Eine ed il Muro della Pace sono stati oggetto dell’articolo pubblicato online sul sito del The Evening Standard.

L’evento “Semi di pace” al Lambeth College

La campagna “Peace is Possible” (La pace è possibile) è continuata domenica 10 giugno, quando Prem Rawat è stato invitato dal Pastore Lorraine Jones a parlare ai giovani di Londra, e a portare il suo messaggio di speranza ed un aiuto pratico con il PEP, il Programma di educazione alla pace.

Prem Rawat

Lorraine Jones ha perso un figlio, accoltellato nel 2014, e da allora è diventata una voce guida per la pace ed il risanamento delle comunità di Londra. Al fine di evitare che altri subiscano la tragica sorte di suo figlio, ha fondato la “Dwaynamics”, una palestra di boxe che offre ai giovani un modo di vita alternativo alla strada e alla violenza.

Prem Rawat

L’8 giugno, prima dell’evento, sia Lorraine che Prem Rawat hanno preso parte ad una conversazione, con Mike Graham di Talk Radio quale conduttore, sui benefici del PEP. Puoi ascoltare la registrazione di quest’intervista sul sito di Talk Radio (8 giugno, segmento dalle 11.30 -12).

Prem Rawat

Per scoprire di più sui risultati entusiasmanti di questa campagna, puoi andare sul sito della Prem Rawat Foundation.

Murale di Ben Eine ‘La pace è possibile’

Murale di Ben Eine ‘La pace è possibile’

Nel corso del fine settimana del 26-27 maggio, ispirato dal messaggio e dal lavoro di Prem Rawat, il famoso artista di graffiti e murales Ben Eine ha dipinto la frase “La pace è possibile” lungo Ebor Street sul lato della Shoreditch House a East London, UK.

Ben Eine è un ex vandalo graffitaro divenuto artista tipografico, che ha lavorato in stretta collaborazione con un altro molto rinomato artista di strada: Banksy. Il primo ministro inglese David Cameron regalò un dipinto di Eine a Barack Obama nel 2010.
Poiché la sua arte è molto richiesta in tutto il mondo, ha continui incarichi a eseguire i suoi pezzi unici. Dopo aver finito il murale “La pace è possibile”, è andato a dipingere in Russia, Canada, Italia e Giappone. Le sue coloratissime lettere e le sue frasi incisive sono già apparse sulle saracinesche e sui muri di Stati Uniti, Colombia, Inghilterra, Francia e Svezia.

Ebor Street è un sito conosciutissimo della street art, e specialmente per le scritte tipografiche di Eine. Questo l’ha reso un posto da visitare sia per i turisti che per i residenti nel corso di due giorni eccezionalmente assolati per Londra, in cui persone di ogni ceto ed età sono venuti a vedere l’artista all’opera. Molti si sono fatti fotografare davanti al “Muro della pace”, mentre ancor più persone hanno postato, twittato e condiviso l’evento sui social media.

Il murale “La pace è possibile” presenta una frase importante e piena di speranza in un momento in cui Londra ed altre città in tutta l’Inghilterra stanno vivendo un aumento della violenza giovanile.